Thursday, May 24, 2007

Quo usque tandem?

Nove navi militari americane hanno attraversato lo stretto di Hormuz, sono entrate nel Golfo Persico e si sono posizionate al largo della costa iraniana. Tra di esse le due portaerei USS Nimitz e USS Stennis. Lo riferisce Debkafile, precisando che le manovre hanno avuto luogo meno di due settimane dopo la visita del vice presidente Cheney nella regione. Nell'occasione Cheney ha informato il Re saudita Abdullah e gli alleati del Golfo del fatto che il presidente Bush ha stabilito che qualora l'Iran dovesse rifiutarsi di rinunciare alla propria capacità nucleare a scopo bellico, gli USA attaccheranno le infrastrutture nucleari, militari ed economiche iraniane prima dell'uscita di Bush dalla Casa Bianca nel 2009. Le navi USA, iniettate a ridosso della Repubblica Islamica e stipate di 17000 uomini, costituiscono oggi una fantasiosa rappresentazione di forza, non a caso la mossa avviene solo pochi giorni prima dei colloqui (in programma a Baghdad per lunedì prossimo) tra gli ambasciatori di Iran e USA in tema di sicurezza iraqena. Il messaggio americano - dice Mustafa Alani, del Gulf Research Center di Dubai - è semplice: non stiamo venendo a Baghdad in una posizione di debolezza, ma con il nostro esercito sull'uscio iraniano. Una scelta oculata, come quella di portarsi un campione di wrestling per affrontare un avversario a scacchi. Il massimo che potrà fare questo partner, nerboruto e ben oliato, sarà rompere i pezzi e la scacchiera, ma certo non vincere la partita. L'iniziativa muscolare e patologica della banda Bush è stata presentata ufficialmente nell'ambito dell'impegno USA "in favore della sicurezza e della stabilità nell'area del Golfo" (così ha detto il Vice Ammiraglio Kevin Cosgriff, comandante della quinta flotta). Su queste ultime parole pare si siano immediatamente mobilitate legioni di studiosi impegnati nell'elaborazione di una teoria generale che consenta anche a persone diverse dal presidente americano e dai suoi scagnozzi, volontari o necessitati, di dire simili cazzate senza ridere e spieghi come facciano milioni di altre persone (sobrie) a mandarle giù. Qualcuno ha già fatto osservare loro che un altro ridicolo burattino riuscì - occhio spiritato, mani ai fianchi e ciuffetto scomposto - a trascinare l'Europa e il mondo nella follia assassina del Terzo Reich.

2 comments:

Antonio Candeliere said...

Era prevedibile!

Lucinda said...

This is great info to know.